F/

La fotografia ci nutre. Letteralmente. E quando non lo fa, siamo noi a nutrirci di lei attraverso una ricerca di senso metodica, puntuale, che passa attraverso lo sguardo sugli uomini, sul loro passaggio, sulle sue conseguenze.

D/20

La selezione d’esordio è fortemente influenzata dal tempo che stiamo vivendo. Quello dello sguardo rivolto all’interno, dove abitano la grazia e i demoni delle nostre sicurezze. E allora, in questo Dicembre, andiamo nel cuore d’Occidente con le scoperte del ’97 e la neve 2016 per volare a Shanghai, dove ci siamo persi. Più di una volta. Ma quella volta era 2017.

Perdere l’Oriente

Francesco Mannironi, 2017, Shanghai

—  35 x 52,5 cm / Hanhemühle Photorag 308 — 
14 fotografie ed. 5 / 350 euro

Mi ricordo il gioco delle tre carte, per avere un taxi, per avere un letto, per avere pace. E gli alveari senz’api, quelli per topi, ospiti i cani. E le notti senza sonno, i martelli pneumatici, le lastre d’acciaio e la luce di nebbia. E mi ricordo l’odore di pesce secco, al mercato umido, che pioveva sul pesce, e sulla carne su stecco. Era il giorno prima che prendessimo il volo e che tutto tornasse secco. Tutto, il mondo, su stecco.

The Storm

Gianluca Vassallo, 2016, New York

—  35 x 52,5 cm / Hanhemühle Photorag 308 —
14 fotografie ed. 5 / 350 euro

Mi ricordo la neve, certo, e che neppure Manhattan poteva nulla. E mi ricordo di non aver creduto alle mani, di non avere avuto certezza dei piedi, d’aver perso la vista, cantato Maria, benedetto il caffè. E ricordo gli homeless ridere dei ricchi, i diseredati vedere vendetta, i topi ballare, i gatti fuggire. E noi, persi nel bianco, sognare il socialismo, da sconfitti.

Inverno ’97

Alex Kroke, 1997, New York

—  35 x 52,5 cm / Hanhemühle Photorag 308 —
12 fotografie ed. 5 / 350 euro

Mi ricordo d’essere arrivato senza preavviso, coi capelli ancora lunghi e gli occhi da europeo. Mi ricordo le pellicole in borsa e gli acidi in casa prima Harlem, Williamsburg, Chelsea per arrivare a Hells Kitchen che c’era pace, che c’era tempo, nonostante il nome. Mi ricordo d’essere arrivato senza preavviso. E d’essere restato.

White Box Studio srl 

Sede Legale:  Via del Tirreno, 17 — 07052 — San Teodoro [SS]  Sede Operativa: Via Gramsci, snc, c/o Residence Fenicotteri 07026 San Teodoro (SS) |  P.Iva 01530330917  REA: NU108820

Avvertenza:

Tutte le immagini, i video, le musiche e i testi presenti su questo sito web, sono di proprietà esclusiva di White Box Studio srl, o gestite in licenza esclusiva da quest’ultima per conto degli autori.

error: Alert: Content is protected !!
We use cookies in order to give you the best possible experience on our website. By continuing to use this site, you agree to our use of cookies.
Accept